Alla ricerca delle microplastiche nei Giardini Sommersi della Selva!

Il progetto Alla ricerca delle microplastiche nei Giardini Sommersi della Selva studia il fondale marino dei piani superiori del canyon sottomarino di Blanes,fra i 30-70m di profondità.

L'obiettivo è il rilevamento e l'analisi delle microplastiche (frammenti di grandezza inferiore ai 5mm), classificandole secondo il tipo, la dimensione, il colore e la densità, in modo da poter valutare l'impatto dovuto alla loro presenza nell'area di studio.

Periodo del campionamento: gennaio-agosto 2019

Cronaca dei campionamenti nei differenti punti:

Campione 1: punto 233 (-37m)>> Campione 5: punto 229 (-47m)>>
Campione 2: punto 191 (-30m)>> Campione 6: punto G1 (-51m)>>
Campione 3: punto 182 (-43m)>> Campione 7: punto 234 (-55m)>>
Campione 4: punto 156 (-40m)>> Campione 8: punto 18 (-52m)>>

Localizzazione dei punti di campionamento nella mappa bionomica elaborata da S'Agulla. La zona di studio comprene un'area di 16 km2.

RISULTATI E CONCLUSIONI

Risultati preliminari del campione 2, punto 191 (-30m)>> 

Tutte le microplastiche trovate durante i campionamenti sono secondarie, cioè derivano dalla disgregazione di frammenti di plastica di maggiori dimensioni. Le microplastiche sono state classificate nelle seguenti categorie: fibre, "gommapiuma" (materiale di poliuretano), resti di silicone, pellicole con vari gradi di disgregazione, frammenti di plastica, fazzoletti e salviette monouso. Non è stata rilevata la predominanza di un determinato tipo di microplastica. Il colore più comune è stato il bianco.

Riguardo la distribuzione spaziale, è stato osservato che con l’aumento della profondità diminuiscono la densità e le dimensioni delle microplastiche. Questo fatto sostiene l’ipotesi dell’origine terrestre dei frammenti di plastica, come risultato dell'attività umana.

Conclusione: i comportamenti civici, l'informazione e l'educazione ambientale sono attualmente cruciali per la salvaguardia dell'ambiente naturale, in attesa di politiche chiare e forti sull'uso della plastica e della sua gestione come residuo.

Altre informazioni nella relazione finale del progetto>> e fotografie >>

Con il supporto di: